Cerca nel blog

ISCRIVIMI A RICEVERE I COMUNICATI

Visualizzazioni totali

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.
Partigiani sempre

COLLEGATI

mercoledì 2 maggio 2012

LA CASTA POLITICA INSULTA I CITTADINI E I PRECARI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CHE ATTENDONO I CONCORSI



Il governo dei professori e tecnici presieduto da Mario Monti chiede ai cittadini consigli su come tagliare gli sprechi.

Questa domanda non è stata posta quando hanno aumentato l’età pensionabile così come non hanno chiesto se  accettiamo gli effetti  della riforma del mercato del lavoro che non elimina la flessibilità in entrata ed aggiunge quella in uscita.

Nel lontano ’90 gli italiani dichiararono di eliminare i finanziamenti ai partiti, e ad oggi nessuno ha mosso un dito.

La casta romana che manovra il governo Monti continua a prenderci in giro, vuole che tutti gli italiani dicano in coro:
  • 1.   Privatizziamo la sanità. Cosi in molti non potranno pagarsi i costi del rianimatore e decideranno di far morire il vecchietto che non si sa dove metterlo;
  • 2.       Privatizziamo le università (anzi tutta la scuola), così in molti ritorneranno a lavorare nei mercati generali e nelle raccolte dei pomodori. Almeno eviteremo la necessità di far entrare e vivere come invisibile la manodopera extracomunitaria;
  • 3.       Privatizziamo gli asili nido! Cosi le donne smetteranno di fare figli e saranno produttive nelle fabbriche di proprietà dei mercati finanziari e delle banche;
  • 4.       Tagliamo i fondi per le forze dell’ordine! Così i cittadini dovranno pagarsi le rondini di paese;
  • 5.       Tagliamo le pensioni! Così i pensionati mangiando meno, raggiungeranno presto il Buon Dio;
  • 6.       Tagliamo gli ammortizzatori sociali per chi perde il lavoro! Così questi si lanceranno da un balcone e non fanno aumentare i tassi Istat di disoccupazione;
  • 7.       Eliminiamo comuni, provincie, circoscrizioni,  regioni! Cosi lasciamo tutto il potere decisionale ai signori della casta romana;
  • 8.       Chiudiamo tribunali provinciali! Così la giustizia sarà lentissima e si farà prima a fare da se, o grazie agli amici del malaffare;
  • 9.       Accentriamo gli acquisti! Così per l'appalto di una bottiglia d’acqua passeranno anni, e decideranno i soliti poteri;
  • 10.   Tagliamo i fondi per gli uffici presenti nel territorio! Cosi si dovrà andare tutti a Roma per aggiornare la propria carta d’identità;
  • 11.   Eliminiamo gli enti pubblici, che spendono in consulenze e in gettoni! Ma vendiamoli ai soliti amici;
  • 12.   Eliminiamo gli enti di vigilanza! Così le scalate saranno semplici;
  • 13.   Eliminiamo gli acquisti di beni! Così gli ammalati li curiamo con l’aria;
  • 14.   Eliminiamo gli affitti! Così possiamo comprare gli immobili più costosi degli amici;
  • 15.   Cacciamo personale precario e a tempo determinato! Così eliminiamo la spesa per il personale, e in ospedale a somministrare farmaci vi saranno robot;
  • 16.   Prolunghiamo il blocco del turnover così a difendere i cittadini, e a massaggiare gli infartuati vi saranno dipendenti pubblici con il bastone, o volontari;
  • 17.   Chiudiamo Pompei ed i musei così non dovremmo preoccuparci di nuovi crolli;
  • 18.   Eliminiamo il turismo con il nucleare, rigassificatori, treni lenti, strade pericolose, voli cancellati;
  • 19.   Manteniamo in vita tutti gli enti previdenziali, così che ad ogni passaggio si perdono anni di contributi versati inutilmente (silenti);
  • 20.   Eliminiamo i consigli delle autorità garanti, così vi sarà meno democrazia, più autonomia nell’aumentarsi ulteriormente gli stipendi e meno controllo;
  • 21.   Svendiamo terreni e immobili al peggiore offerente;



La casta romana vuole anche che non tocchiamo:

  • 1.       La  Presidenza della Repubblica;
  • 2.       La  Corte costituzionale
  • 3.       Il Parlamento (la casta romana)
  • 4.       I finanziamenti pubblici a partiti, sindacati, giornali di colore;
  • 5.       Le retribuzioni d’oro dei manager;
  • 6.       Le auto blu e grigie;
  • 7.       I voli di stato;
  • 8.       L’acquisto di carrarmati e aerei da guerra;
  • 9.       Contenimento della spesa per il personale;
  • 10.   La TAV;
  • 11.   I vitalizi d’oro reversibili;
  • 12.   Super stipendi dei parlamentari;
  • 13.   Doppi incarichi pubblici remunerati a peso d’oro anche se assenti;
  • 14.   I fondi neri in svizzera;
  • 15.   Gli autisti delle auto blu;
  • 16.   Le false consulenze fiscali e legali;
  • 17.   Gli uffici extralusso;
  • 18.   I consiglieri d’amministrazione;
  • 19.   I massaggi benessere
  • 20.   Le fondazioni bancarie;
  • 21.   Gli enti benefit;
  • 22.   Gli yacht milionari non dichiarati;
  • 23.   I benefit dei presidenti delle camere;
  • 24.   Le speculazioni in borsa di politici;


E' evidente l’inefficienza e il tradimento della casta politica romana che dovrebbe risarcire il polo italiano, dimettersi al più presto senza mai più ripresentarsi candidata.

Domenico CIRASOLE
INFERMIERE PRECARIO



Nessun commento:

Posta un commento