Cerca nel blog

ISCRIVIMI A RICEVERE I COMUNICATI

Visualizzazioni totali

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.
Partigiani sempre

COLLEGATI

domenica 10 giugno 2012

La meglio gioventù del nostro tempo, scende in piazza il 16 giugno 2012.




La meglio gioventù è sempre disoccupata, in cerca di lavoro, precaria, senza stipendio.
Studia per dare il meglio di sé e migliorare le vite di tutti e di tutte, ma una volta laureata è costretta a vivere in miseria con contratti precari, lavori a nero, contratti atipici, senza futuro e senza contributi pensionistici.

In nome di questa generazione il Governo Monti propone una riforma sbagliata, un disegno di legge sul mercato del lavoro che  non risponde ai problemi principali che affliggono la vita di una generazione intera, lascia intatta la giungla delle 46 forme contrattuali, comprese quelle che il Governo aveva annunciato di voler eliminare; non estende gli ammortizzatori sociali, visto che l’assicurazione per l’impiego lascerà fuori buona parte dei lavoratori precari; non prevede nessuna forma di reddito minimo; scarica l’aumento di costo dei contratti a progetto sulle buste paga dei collaboratori; rappresenta una beffa per le reali partite iva che dovranno pagare di tasca loro l’aumento dei contributi.

La Fornero e Monti non creano stabilità lavorative ai precari e con la modifica dell’art. 18 rendono tutti precari, creano i presupposti per una disuguaglianza  anticostituzionale che mina la democrazia e le basi della nostra repubblica.


Noi, la meglio gioventù del nostro tempo precario, scendiamo in piazza il 26 maggio, per riprenderci il nostro Paese.

Queste forme di proteste spontanee potevano essere evitate se la classe politica non avesse tradito i propri elettori.

Una parte della maggioranza che sostiene questo governo ha TRADITO IL SUO POPOLO DIMENTICANDOSI DI LAVORATORI, PENSIONATI, FAMIGLIE, GIOVANI COPPIE, BAMBINI.

QUINDI TUTTI A CASA!!

IL POPOLO HA SENTENZIATO, TUTTI A CASA PER ALTO TRADIMENTO.

HANNO MODIFICATO LA COSTITUZIONE IN PEGGIO, RIFOMATO LE PENSIONI, IL LAVORO, SENZA MAI TOCCARE I LORO PRIVILEGGI.

Per delocalizzare le società non avranno più la necessità di fallire, basterà licenziare, e il lavoratore avrà diritto ad un indennizzo da 12 a 24 mesi.

Se poi il costo del lavoro è eccessivo, o vi sono sindacalisti scomodi, questi potranno essere licenziati e al loro posto assumeranno precari espandendone il fenomeno.

Brava professoressa, le lacrime mi hanno veramente commosso.



Per non parlare del Pubblico Impiego, che scomparirà  in breve tempo, prima tutti licenziati, e poi riassunti da società, cooperative di comodo, sottopagati e senza diritti.

Vivo come precario da più di 4 anni,  sogno di diventare avvocato, ma la casta chiude tutte le porte, e ci costringe alla miseria.
Bravo Monti, ha dato veramente esempi di sobrietà ed equità!!

E Pierluigi Bersani che è nella Top Ten degli assenteisti, sempre assente, non vota mai in parlamento, dovrebbe rappresentare noi precari, ma come fa, ha forse il dono dell’ubiquità.
Ma perché si continua a pagare gli assenteisti, questa è la vera ingiustizia.
Bersani è tra i più assenteisti tra i parlamentari eletti alla Camera de Deputati, il più pagato, a cui dovremo regalare anche una pensione d’oro.

"Bersani, vada al suo posto, cazzo!".

Bersani non può candidarsi alla premiership del Governo, così come non può presentarsi che sfrutta le guardie del corpo per spingere carrelli, Anna Finocchiaro e altri quali Dario Franceschini, Enrico Letta, Rosy Bindi, tutti complici di una lobby pro-casta e anti-lavoro.
Mentre Massimo D'Alema, farebbe bene ad andarsene in pensione.

Loro non sono stati eletti dal popolo e quindi non sono le persone più adatte a riformale la costituzione, la legge elettorale, il mercato del lavoro, ecc.

Quindi andate tutti a casa, si facciano ora le elezioni e il popolo saprà scegliere.

State tranquilli, nonostante i vostri listini, nessuno vi voterà?

Domenico Cirasole


Nessun commento:

Posta un commento