Cerca nel blog

ISCRIVIMI A RICEVERE I COMUNICATI

Visualizzazioni totali

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.
Partigiani sempre

COLLEGATI

domenica 22 aprile 2012

Buon compleanno precari. Nasce la "Rete locale di Flavio".




Oggi 22 marzo 2012 quasi un anno dopo la fondazione del movimento “LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011”, nulla è cambiato sul versante della lotta al precariato.


L'ITALIA convive ancora con il cancro del lavoro precario.

La casta politica persiste con riforme di flessibilità in entrata e in uscita.

Il nuovo governo Monti, al pari del governo Berlusconi, sorretto da una strana maggioranza, continua a flagellare i deboli dell’Italia.

Oggi a mio parere l’Italia è in coma, al pari del piccolo Flavio, di appena sei mesi, che  ha lasciato questo mondo.

Questo piccolo uomo, inconsapevolmente è nato con una malattia rarissima, l’atrofia muscolare spinale (SMA).

Questa è una malattia delle cellule nervose, del midollo spinale, da cui partono i nervi diretti ai muscoli; è una malattia autosomica recessiva, ovvero si manifesta solo se entrambi i genitori sono portatori del gene responsabile della malattia.

Flavio oggi è morto, ma forse per lui è stata la scelta migliore.

Tutti hanno deciso che non avesse senso accanirsi senza aspettativa di vita.

A mio parere l’Italia ha la stessa malattia genetica, quella che colpisce il fulcro, il midollo sociale dal quale partono le istituzioni che fanno muovere questa nazione; malattia che colpisce tutti noi quando accettiamo un compromesso con questa classe politica.


Sono sicuro che Flavio avrebbe sognato un movimento di persone oneste pronte a lottare per un futuro giusto ed equo.

Il Movimento “LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011” nel suo primo compleanno vuole sognare come Flavio, un paese migliore, che metta al centro delle sue attenzioni l’uomo che lavora, che elimini la flessibilità, sempre sinonimo di precarietà.

“LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011” vuole crescere per cambiare questo paese e intende nel futuro creare una rete (la rete locale di Flavio), che copra l’intero territorio e dia voce ai tanti lavoratori precari, disoccupati, sottopagati, esodati, invisibili (lavoratori a nero), sfruttati, con contratti atipici e con contributi silenti che sognano la pensione.

“LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011” vuole gridare “ora basta”.

Se ci guardassimo allo specchio, con onestà ci accorgeremmo che in fondo un po’ colpevoli, lo siamo anche noi e che forse la migliore scelta è quella di licenziare questo governo e ammettere il fallimento delle assemblee rappresentative, oggi uniche titolari del potere politico.

DOMENICO CIRASOLE

Nessun commento:

Posta un commento