Cerca nel blog

ISCRIVIMI A RICEVERE I COMUNICATI

Visualizzazioni totali

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.
Partigiani sempre

COLLEGATI

domenica 11 marzo 2012

Il Governo MONTI dopo la priorità di svuotare le carceri, salvi la sanità pubblica ormai al collasso, stabilizzando i precari storici.






Il Governo MONTI dopo la priorità di svuotare le carceri, salvi la sanità pubblica ormai al collasso, stabilizzando i precari storici.
 ######

Il governo Monti mette in libertà 3.300 detenuti ma lascia la sanità al collasso.
Gli ospedali restano senza medici e infermieri, che a volte fuggono, altre volte vengono mandati a casa.
La soluzione dei concorsi con una percentuale del 50 % riservato agli interni non è giusta perché prevede la propedeuticità delle mobilità.

La proroga dei contratti, così come il ripetersi di avvisi pubblici negli ospedali e in tutte le pubbliche amministrazioni, avviene da molto tempo, a causa del blocco delle assunzioni imposto dal governo Berlusconi.

Il Governo Monti ha l'obbligo morale di premiare chi vive da anni nel precariato, stabilizzando il personale della sanità.

Gia l'articolo 17 del decreto legge 78/09 permetteva di stabilizzare il personale precario con  un'anzianità triennale.

Le procedure concorsuali con posti riservati non fanno giustizia, e occupano i posti vacanti nelle dotazioni organiche  delle amministrazioni con chi non è mai stato precario in quell’azienda, ovvero casualmente risulta essere vincitore di quel concorso.

Il governo Monti ha il dovere di "valorizzare" l'esperienza dei precari storici (medici e infermieri) non solo in termini di punteggio nell'ambito di un concorso pubblico.

La "valorizzazione" dell'esperienza maturata come lavoratore subordinato non è  scelta inedita.

La stabilizzazione diretta del 2009, prevedeva la possibilità di assunzione diretta per i dipendenti a tempo determinato con procedura concorsuale.

La stabilizzazione è un atto dovuto del Governo, che elimina la disparità di trattamento tra precari pubblici e privati.


Nel momento in cui la crisi economica continua a mordere ciò su cui il governo deve concentrarsi e quello di rendere stabili i contratti che rilanciano l'economia e la spesa interna.
Il lavoro stabile è necessità insostituibile per costruire il futuro.

Domenico CIRASOLE

http://precariesenzalavoro.blogspot.com/

Nessun commento:

Posta un commento