Cerca nel blog

ISCRIVIMI A RICEVERE I COMUNICATI

Visualizzazioni totali

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.
Partigiani sempre

COLLEGATI

lunedì 5 marzo 2012

Precari della sanità pubblica: schiavi di un dio ignorante.


Che i precari siano schiavi è dimostrato dalla loro retribuzione, incapace di consentire la sopravvivenza nella nostra Italia; che questa condizione sociale –precaria- aumenti il diffondersi di depressioni, è dimostrato dai tanti casi di suicidi; che la flessibilità distrugga e contagi l’intera società è dimostrato dalla mancanza di nascite e dal crollo dei consumi.
Ma, nessuno pone l’attenzione sui diritti, che diventano obblighi per il lavoratore, ma che sono anche fiducia e sicurezza per il sociale.
Avere un medico e infermiere precario che non vota alle RSU sindacali aziendali, significa avere un professionista senza nessuno che lo tuteli; se lo stesso per curare, medicare, fasciare, salvare vite umane è obbligato a formarsi continuamente, ma gli è vietato il diritto d’assentarsi per partecipare a congressi, e la gratuità per loro diventa esoso costo, ciò crea una platea d’ignoranti che cercano senza mezzi e con qualche ricordo universitario di mandare avanti ospedali vecchi e affollati.
A queste vittime della sanità malata e precaria è vietato anche studiare frequentando corsi e master universitari, perché è loro negato il diritto allo studio, oltre a quello della maternità, malattia, lutto, ecc.
Insomma se la sanità è malata, è colpa di un dio ignorante, che non ha ancora compreso nonostante le migliaia ore d’insegnamento fatte in tema d’economia e di lavoro, che urge la stabilizzazione del personale precario con più di tre anni di lavoro nella P.A., e non semplici concorsi interni.
Domenico CIRASOLE


Nessun commento:

Posta un commento