Cerca nel blog

ISCRIVIMI A RICEVERE I COMUNICATI

Visualizzazioni totali

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.
Partigiani sempre

COLLEGATI

venerdì 12 novembre 2010

Sanità: Ad Altamura nasce un comitato dei precari

FONTE: http://www.notizie-online.it/content/view/26053/1/
PDF Stampa
Società di venerdì 12 novembre 2010 20:05
Un comitato dei precari nella sanità. E' l'iniziativa voluta ad Altamura per sensibilizzare i cittadini in questo passaggio delicato della sanità pugliese. A lanciare l'allarme per primi sono stati gli infermieri: senza le proroghe dei contratti a tempo determinato si va incontro a pesanti disservizi sanitari.

La nascita di un comitato dei precari altamurani che operano in ospedale o nell'assistenza domiciliare integrata o assistita è stata lanciata da un infermiere professionale, Domenico Cirasole. "Quello che vogliamo fare sapere è la situazione a cui si sta andando incontro perché è giusto che la popolazione lo sappia", dice. L'attuale normativa regionale, per le ben note vicende del piano di rientro sanitario, blocca le proroghe ai contratti a tempo determinato.

La conseguenza? Pesante per i precari ma, in ricaduta, anche per i cittadini che si rivolgono alla sanità pubblica. "Molti sono i medici (cardiologi, rianimatori, del pronto soccorso) assunti a tempo che come noi infermieri andranno a casa il 31 dicembre, senza possibilità di proroghe e nuovi concorsi", spiega Cirasole. Secondo gli addetti ai lavori, è una situazione che comporterà difficoltà soprattutto per i reparti più nuovi dell'ospedale di Altamura, come l'Utic e la Rianimazione ma non solo, che resteranno sguarniti di personale medico ed infermieristico.

E c'è poi la questione dell'assistenza domiciliare che sarà "disintegrata" perché gli operatori sono in larghissima parte precari.

Il comitato presenzierà ai lavori del consiglio comunale in programma ad Altamura martedì prossimo. Con una sola intenzione. "Far sapere a tutte le forze politiche e sociali di prendere a cuore la situazione", spiega Cirasole.


Nessun commento:

Posta un commento