Cerca nel blog

ISCRIVIMI A RICEVERE I COMUNICATI

Visualizzazioni totali

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.

Movimento "LA NUOVA RESISTENZA 25 MARZO 2011". Partigiani sempre.
Partigiani sempre

COLLEGATI

lunedì 22 novembre 2010

Sanità: Altamura, rinviato di una settimana incontro con Fiore

Società di lunedì 22 novembre 2010 15:52
Si terrà lunedì prossimo, e non più oggi, il consiglio comunale di Altamura dedicato al tema della sanità a cui prenderà parte anche l'assessore regionale alle politiche per la salute, Tommaso Fiore. In molti chiedono risposte: dai precari della sanità alle strutture accreditate per analisi ed esami diagnostici.

Sull'argomento si è già tenuta un'altra seduta dell'assise cittadina. Diversi i temi discussi.

Si è costituito un Comitato dei precari (medici, infermieri, tecnici). E' stato chiamato "S.p.a.", vale a dire "Sanitari precari altamurani". Con le norme attualmente in vigore, se non ci saranno deroghe o proroghe, il 31 dicembre prossimo scadono i contratti per decine di operatori in servizio all'ospedale di Altamura o nell'assistenza domiciliare territoriale (Adi) di Altamura o Gravina. Stando alle cifre rese note dal comitato, l'interruzione del rapporto riguarda 37 infermieri dell'Adi di Altamura e Gravina e dei reparti ospedalieri, 9 fisioterapisti, 2 radiologi, 2 cardiologi, un ortopedico, tre ginecologi (uno dei quali ha già scelto di lavorare presso un'altra clinica), 3 rianimatori, un fisiatra e addirittura 12 medici del pronto soccorso. In tutto 25 medici. A questi si aggiungono 8 tecnici. Il Comitato ha lanciato l'allarme: senza il rinnovo dei contratti l'assistenza territoriale salterà quasi del tutto mentre rischiano pesanti ricadute i reparti di rianimazione, Utic-cardiologia, pronto soccorso e 118.

Altra questione sollevata riguarda i "tetti" di spesa dei laboratori privati per esami clinici. In particolare, a creare problemi ad Altamura è la distribuzione delle risorse. In base ad essa, i "tetti" sono già stati superati e le prestazioni si erogano solo a pagamento. Gli esenti ticket devono rivolgersi alla struttura pubblica, sopportando tempi più lunghi.

Questioni che riguardano tutta la Puglia.

Nessun commento:

Posta un commento